È possibile trarre beneficio quando un titolo azionario scende?

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Il principio base che caratterizza la borsa è sicuramente quello dell’andamento di tutti gli strumenti quotati al suo interno. Ogni grafico di riferimento è composto da periodi di discesa del titolo e da periodi di risalita che possono essere di breve o medio-lungo periodo. Per negoziare in borsa si ha a disposizione una quantità molto alta di metodi e tra i tanti ne esiste uno che oltre a  dare la possibilità di trarre vantaggio se il prezzo del titolo dovesse aumentare, la da anche se dovesse scendere. Ovviamente stiamo parlando dei contratti per differenza, definiti anche CFD, che permettono di aprire posizioni di vendita, oltre che di acquisto, grazie alle apposite piattaforme di facile utilizzo.

C’è da dire che è molto raro notare un andamento volto solo in un’unica direzione costante per molto tempo poiché nella maggior parte dei casi si ha una situazione altalenante con periodi di discesa seguiti da periodi di risalita. È molto chiaro ,in questi ultimi periodi, che il mercato borsistico sta presentando fortissime instabilità e che quindi l’utilizzo dei CFD può davvero essere una fonte di beneficio grazie alla sua particolarità di poter aprire posizioni in entrambe le direzioni ed aumentare le possibilità di guadagno.

Per quale motivo i CFD sono un buon metodo di negoziazione?

Non tutti i metodi di negoziazione riescono a dare la possibilità di trarre vantaggio sia se il prezzo dell’azione scende e sia se il prezzo dell’azione sale. I contratti per differenza vengono considerati una forma molto valida anche perché si basano solamente sulla differenza del prezzo delle azioni, senza doverle possedere fisicamente. Un’altra importante caratteristica è quella della possibilità di poter utilizzare la leva finanziaria e quindi di poter aprire posizioni (in entrambe le direzioni) con un valore più alto rispetto alla somma corrispondente che si è decisa di investire. Ricordiamo inoltre che con i CFD le aperture delle varie posizioni possono essere chiuse in tempi molto brevi, ovvero: dalle poche ore o addirittura pochi minuti. Anche se l’andamento grafico dovesse mostrare una direzione negativa, tramite i CFD si può trarre profitto anche nel breve periodo poiché, dati i costi di commissione bassissimi, si dimostra una valida alternativa.

Ecco i sei titoli più usati per questo tipo di negoziazione

Di seguito spieghiamo i titoli che mostrano una situazione non costante e che quindi presentano periodi di crollo e periodi di risalita.

  • Apple (AAPL): nel corso di questi primi mesi del 2015, ma anche durante la fine dell’anno precedente, i risultati aziendali hanno influenzato molto l’andamento del titolo portando grandi vantaggi a coloro che avevano deciso di puntare sull’azienda di Cupertino. Dal punto di vista borsistico si è inoltre notato che, dopo periodi negativi, il titolo subisce sempre grandi risalite positive.
  • Eni (ENI-I): in questi mesi iniziali del nuovo anno, soprattutto per le innumerevoli scoperte di giacimenti dovute al miglioramento delle esplorazioni, Eni è riuscita a trarre grandi benefici sotto tutti i punti di vista. Come abbiamo spiegato già in precedenza, il titolo non segue un andamento costante, bensì a fasi di declino si alternano fasi di ripresa. Proprio per questo motivo, grazie all’uso dei CFD è comunque possibile negoziare in entrambe le direzioni.
  • Enel (ENEL-I): è sicuramente una delle aziende più importanti al mondo e grazie alle sue capacità riesce a portare a casa ottimi risultati mese dopo mese. Grazie agli appositi sistemi di negoziazione è possibile cercare di trarre vantaggio sia nelle situazioni di discesa e sia in quelle di risalita.
  • Fiat (FCAU): la fine del 2014 e l’inizio del 2015 sono sicuramente stati i periodi di più grande successo per quest’azienda automobilistica che, mese dopo mese, ha continuato ad aumentare a dismisura la quantità di vetture immatricolate. Come per gli altri titoli citati in precedenza, anche per quanto riguarda quello di FCA ci sono state forti influenze che hanno creato un’instabilità nella borsa. Anche questa volta i CFD si dimostrano una valida alternativa di negoziazione in entrambe le direzioni del grafico.
  • Alibaba (BABA): l’andamento iniziale di questo nuovo titolo ha stupito gli analisti che avevano comunque dato molta fiducia a quest’azienda, ma che si sono visti arrivare dati e percentuali alle stelle. Dopo un primo periodo di risalita si è cominciata ad intravedere una situazione di instabilità con periodi di discesa dovuti ad influenze esterne sul prezzo delle azioni. Un modo molto valido per approfittare su entrambe le direzioni è sicuramente quello dei CFD.
  • Unicredit (UCG-I): è una delle banche più presenti in Italia ed ogni mese riesce a portare nelle proprie casse ottimi risultati. Anche in questo caso, per colpa di fattori quali: la recente crisi in Cina oppure quella Greca, si è notata una forte perdita dal punto di vista borsistico. Proprio per questo suo andamento fluttuante i contratti per differenza possono davvero essere un metodo di negoziazione ottimale.

Come fare per aprire posizioni di vendita con i CFD?

Grazie alle apposite piattaforme di negoziazione, aprire una posizione di vendita, oppure una di acquisto, è davvero molto facile. Vediamo di seguito 3 fasi per farlo nel migliore dei modi:

  • Il primo passaggio da fare, dopo essere entrati all’interno della piattaforma, è quello di scegliere, tramite la barra delle ricerche, il proprio titolo o strumento di negoziazione.
  • Nella seconda immagine che adiamo a mostrare, puoi facilmente notare il punto che meglio mostra l’andamento altalenante del titolo preso da noi in considerazione.
  • Per terminare, e quindi aprire la tua posizione di vendita, non ti resta che pigiare sul pulsante mostrato nella terza immagine ed iniziare così la tua negoziazione.