Prime impressioni sull’Apple Music

Migliori Piattaforme Di Trading Online Italiane 2018

Broker Caratteristiche Screenshot Apertura Conto
+ · Ampia scelta Materie Prime
· Leva 1:300
· Conto demo gratuito illimitato
· Senza Commissioni
· Deposito Min. 100€
· Trend dei trader
· Trading Nel Weekend
· Piattaforma Professionale
· Zero Commissioni
· Deposito Min. 100€

Grazie al suo funzionamento impeccabile ed alla sua struttura intuitiva, Apple Music si prepara a diventare uno tra sistemi più utilizzati nel mondo per la riproduzione musicale in streaming. In questi ultimi giorni però l’azienda di Cupertino è stata accusata (soprattutto da altre aziende del settore come ad esempio Spotify) di aver concluso contratti con alcune importantissime case discografiche utilizzando la sua importanza del marchio. Recentemente Spotify ha affermato che l’industria della musica si sta evolvendo sempre di più e che la loro volontà è quella di farla evolvere in modo positivo per i consumatori, anche se con l’arrivo di Apple avrà del filo da torcere. L’azienda di Cupertino conosce già molto bene le accuse e le successive battaglie con l’antitrust (basti ricordare la recente accusa di aver predisposto un cartello sui prezzi per quanto riguarda gli Ebook) e quindi è pronta a difendersi.

Sistema rivoluzionario e 3 mesi di prova

Attraverso una semplice registrazione tutti potranno beneficiare di un periodo di prova di tre mesi, nei quali si potranno riprodurre in streaming tutti i brani a disposizione di Apple Music. Dopo i tre mesi gratuiti l’utente potrà decidere di continuare tramite un abbonamento di 9,99$ al mese oppure tramite un pacchetto di 14,99$ che offre la possibilità di far connettere 6 persone nello stesso momento. Ecco tre novità importanti e rivoluzionarie:

  • Una delle funzionalità più innovative è Connect attraverso la quale tutti gli artisti potranno condividere pubblicamente le loro foto, video o semplicemente pensieri con i propri ammiratori. Per questo sistema non verranno applicati filtri, ma conoscendo la serietà dell’azienda non dovremmo vedere contenuti possibilmente fastidiosi per il pubblico.
  • Ricordando il vecchio sistema musicale di Apple, ovvero Beats Music, possiamo confermare che tutti gli abbonati passeranno automaticamente ad Apple Music ed avranno inoltre la possibilità di mantenere le loro vecchie playlist.
  • Parlando un po’ di numeri, Apple Music ha a disposizione una libreria musicale molto alta con oltre 30 milioni di brani di artisti provenienti da tutto il mondo. Attraverso dei nuovi sistemi di lettura, il sistema potrà consigliare le canzoni pertinenti al proprio genere e grazie a dei tecnici specializzati ci saranno delle playlist già compilate e pronte per essere utilizzate per i diversi ambiti di appartenenza.

Quanto è disposta a pagare Apple?

I primi tre mesi ovviamente saranno gratuiti per tutti i nuovi registrati, ma Apple dovrà lo stesso pagare le commissioni a tutti gli artisti che mettono a i propri album a servizio di Apple Music. Dopo alcune ribellioni da parte dei più importanti artisti, l’azienda di Cupertino ha deciso di pagare 0,2 centesimi di dollaro per ogni riproduzione ed a questi aggiungerà 0,047 centesimi per acquistare i diritti d’autore. Apple è una delle aziende ad offrire i più alti tassi di pagamento, che arrivano al 73% rispetto agli altri sistemi che si fermano solo al 70%. Anche se in questi mesi la società dovrà sborsare grosse somme di denaro senza ricevere nulla in cambio, è molto fiduciosa sul fatto di riuscire ad ottenere molti abbonamenti in futuro.

Clicca qui e negozia con i CFD su Apple


Apple Watch, raggiunti tre milioni nei primi mesi

Apple continua a sorprendere e nei suoi primi tre mesi, dopo  il lancio del Watch, è riuscita a vendere oltre tre milioni di prodotti. A raccogliere questi dati è stata Slice Intelligence che attraverso degli strumenti sui siti Apple ed il tracciamento dei pacchi di spedizione è riuscita a dare questo dato che, nonostante sia altissimo, racchiude solo le vendite negli Stati Uniti con l’utilizzo di internet. Una delle conseguenze più importanti è stata sicuramente il poter scoprire quali siano i modelli più richiesti dai cittadini, ovvero: i normali Watch Sport da 380$ hanno registrato 1,95 milioni di vendite, gli Apple Watch in acciaio da 695$ hanno sfiorato il milione di pezzi ed infine i più pregiati Apple Watch Edition in oro da 13.700$ sono stati aggiudicati solo da 1.875 appassionati. Questi dati dimostrano la grandissima abilità dell’azienda di Cupertino che ogni trimestre riesce a raggiungere dati entusiasmanti e battere ogni record. Fare trading attraverso i CFD potrebbe essere vantaggioso grazie alle fluttuazioni in ambito azionario sia se il prezzo dei titoli dovesse scendere e sia se dovesse salire applicando strategie differenti.